• blog informativo

Sei in regola con il nuovo libretto caldaia e condizionatori 2020

Aggiornato il: apr 14

Il tema del nuovo libretto caldaia e condizionatori 2020

non è poi un tema così tanto nuovo.

Tra proroghe e rinvii l’ultima data utile per adeguarsi al decreto ministeriale 10 Febbraio 2014 del ministero dello sviluppo economico era il 31 dicembre 2015.

Dal 2016 è obbligatorio il modello del nuovo libretto di impianto per caldaie e condizionatori, infatti la normativa parla di impianti termici per climatizzazione estiva ed invernale, quindi caldaie ed anche condizionatori.

Non tutti si sono ancora messi in regola, è molti hanno dei dubbi e domande sul nuovo libretto caldaia e condizionatori 2020. Obiettivo di questo articolo è rispondere a molte delle tue domande a partire dal costo del libretto caldaia e condizionatori per vedere ogni quanti anni devo fare i controlli da riportare nel libretto di impianto, cosa fare se ho perso o smarrito il libretto caldaia e molte altre domande per chiarirti le idee. Partiamo dalla cosa semplice il costo del libretto caldaia e condizionatori.



Costo del nuovo libretto caldaie e condizionatori 2020


Il modello del nuovo libretto impianto termico viene consegnato dopo la prima installazione della caldaia. Per questo motivo il costo del libretto caldaia per un nuovo impianto è praticamente nullo in quanto incluso nel costo dell’installazione e collaudo della caldaia.

Cosa diversa se avete già una caldaia o dei condizionatori installati e dovete fare la manutenzione e controlli di efficienza della caldaia o dei condizionatori con le cadenze richieste. In questo caso il tecnico effettua la manutenzione e vi deve rilasciare il modello del nuovo libretto impianto correttamente compilato. Il costo del libretto caldaia e condizionatori 2020 è normalmente incluso nel costo delle attività di manutenzione. 

In Abruzzo questi controlli della caldaia e climatizzatori si aggirano tra i 79€ ed i 148€ per il 2020 , molto dipende dal tipo di impianto in uso.

In genere il costo della compilazione del libretto di impianto è incluso nel costo delle attività di manutenzione e controlli di efficienza. 

Vediamo ora di cosa si tratta e quali sono gli obblighi di legge.


Se ancora non sei in regola richiedi subito un preventivo per la compilazione del nuovo libretto di impianto caldaia e condizionatori.

La normativa del libretto caldaie e condizionatori

La novità della normativa è l’introduzione dell’obbligo del libretto di impianto unico per caldaie e condizionatori, come definito in normativa per impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva.

Quindi, non solo per le caldaie, come in precedenza, ma anche per impianti di condizionamento e climatizzazione e per tutti gli altri impianti termici come da definizione precedente. Analogamente il libretto si riferisce  ad impianti termici per casa, ufficio, negozi e tutte le altre tipologie di immobili.


Da quando è obbligatorio il nuovo libretto per impianti


Dal 15 ottobre 2014, con questa normativa, è sempre obbligatorio avere il libretto di impianto caldaie e condizionatori sia se è un nuovo impianto sia se è un impianto vecchio.

Varie proroghe hanno portato il termine al 31 dicembre 2015. E’ comunque obbligatorio dal 2016. Di conseguenza anche in caso di sostituzione di una caldaia è obbligatorio avere un nuovo libretto caldaia.

Questo lo possiamo vedere anche dal modello di libretto di impianto, dove nella prima sezione “Scheda identificativa dell’impianto” al primo punto la ditta abilitata deve dire per quale tipologia di intervento ha effettuato la compilazione del libretto di impianto di caldaie e condizionatori:

Nuova Installazione: quindi in caso di nuova caldaia o condizionatori

Ristrutturazione: nel caso di intervento di ristrutturazione dell’impianto termico.

Sostituzione generatore:  ad esempio quando avete effettuato una sostituzione della caldaia.

Compilazione libretto impianto esistente: se già avete il libretto di impianto e lo dovete aggiornare o rifare.

La normativa obbliga di avere il libretto di impianto caldaie e condizionatori, cioè per tutti gli impianti di climatizzazione invernale e/o estiva, e dal 2016  deve essere caricato online sul Catasto Regionale Impianti Termici (C.I.T.) dall'installatore o manutentore il quale vi deve restituire il codice catastale da mettere sul libretto di impianto.

Multa e sanzioni per mancata compilazione libretto di impianto caldaia e condizionatori.

Le sanzioni per la mancata compilazione del libretto di impianto caldaia e condizionatori sono a carico del responsabile dell’impianto. Proprietario, inquilino o un eventuale terzo responsabile in caso di singolo immobile.

Per un impianto condominiale è l’amministratore di condominio o sempre il terzo responsabile. Le sanzioni amministrative vanno da 500€ a 3.000€.

Previste sanzioni anche per il manutentore o la ditta abilitata che non effettua a norma di legge i controlli. Per le ditte oltre ai possibili provvedimenti disciplinari delle camere di commercio, è prevista una sanzione amministrativa da 1.000€ a 6.000€.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci

Siamo a tua disposizione per per qualsiasi chiarimento in merito...

0 visualizzazioni

©2020/2021Black Siras srls climaservice.  Immagini e testi potrebbero essere soggetti a copyright